Questo sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e di profilazione per migliorare la tua esperienza e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni e per disabilitare i cookie consulta la cookie policy, continuando a navigare acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Menu
torna al listato

Agenda

SETTIMANA1
SETTIMANA2
SETTIMANA3
SETTIMANA4
SETTIMANA5
SETTIMANA6
SETTIMANA7
SETTIMANA8
SETTIMANA9
SETTIMANA10
SETTIMANA11
SETTIMANA12
SETTIMANA13
SETTIMANA14
SETTIMANA15
SETTIMANA16
SETTIMANA17
SETTIMANA18
SETTIMANA19
SETTIMANA20
SETTIMANA21
SETTIMANA22
SETTIMANA23
SETTIMANA24
SETTIMANA25
SETTIMANA26
SETTIMANA27
SETTIMANA28
SETTIMANA29
SETTIMANA30
SETTIMANA31
SETTIMANA32
SETTIMANA33
SETTIMANA34
SETTIMANA35
SETTIMANA36
SETTIMANA37
SETTIMANA38
SETTIMANA39
SETTIMANA40
SETTIMANA41
SETTIMANA42
SETTIMANA43
SETTIMANA44
SETTIMANA45
SETTIMANA46
SETTIMANA47
SETTIMANA48
SETTIMANA49
SETTIMANA50
SETTIMANA51
SETTIMANA52
Agro
Blogger
Enologia
Eventi
Expo2015
Food
Social
SETTIMANA 4

Come contribuire all’agricoltura di qualità da casa propria

Chi come Grano Armando crede nell’agricoltura sostenibile e di alta qualità, finalmente ha la possibilità di contribuire concretamente alla sua diffusione e alla nascita di progetti innovativi.

Per farlo non c’è bisogno né di un terreno da coltivare né di destreggiarsi tra le numerosissime conoscenze del mondo dell’agricoltura (molte delle quali non si apprendono sui libri, ma soltanto con l’esperienza).

Come si legge su Repubblica.it, Eileen Gordon Chiarello, un imprenditrice del settore agroalimentare che ha lavorato anche per Google, nel settembre del 2014 ha lanciato Barnraiser.us.

Barnraiser è la nuova piattaforma di crowdfounding dedicata a progetti legati alla produzione di cibo di alta qualità

Il servizio – per il momento aperto solo a progetti degli Stati Uniti – altro non è che una piattaforma di crowdfounding, anglicismo con cui ci si riferisce a quel modello economico, tipico del web dei giorni nostri, basato su finanziamenti dal basso.

Esattamente come accade sulle più note piattaforme come Kickstarter e Indieagogo, chiunque può spiegare agli utenti il proprio progetto, nella speranza che essi decidano di sostenerlo finanziandolo con importi più o meno piccoli, sulla base delle proprie possibilità.

La peculiarità di Barnraiser sta nell’essere aperto solo a progetti legati alla produzione di cibo di altissima qualità.

Per avere un’idea del tipo di progetti e finanziati grazie agli utenti di Barnaraiser, vi rimandiamo all’articolo integrale di Repubblica.it.

LASCIA IL TUO COMMENTO
Moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Non ci sono commenti all'articolo.